Scilla
    Un chilometro circa di spiaggia, rigogliose montagne, mare trasparente e fondali incantevoli, fanno da scenario naturale alla struttura, che si affaccia sulla splendida spiaggia del quartiere di Marina Grande, dove il mare è delimitato all'orizzonte dalla vicina Sicilia e dalle famose Isole Eolie. Circa 20 km a nord di Reggio Calabria, uno scenario che non ha eguali e che si ammira dalle terrazze dell'albergo e dai balconi delle camere. È uno dei siti più noti della Calabria per la spettacolarità dei suoi fondali, caratterizzati dalla presenza delle gorgonie bicolore e numerose specie marine spinte in queste acque dalle forti correnti dello Stretto di Messina.  
 
  Chianalea
    Il caratteristico borgo dei pescatori di Scilla, con le abitazioni costruite sull'acqua. Strette viuzze che portano al mare, antiche fontane e due Chiese antiche fanno da cornice ad uno dei più singolari borghi della Calabria. Inoltre molto suggestivo è cenare in alcuni ristoranti del borgo, che si distinguono per le ottime pietanze di pesce servite nei caratteristici tavoli posizionati sulle pedane costruite mare.  
 
  Castello Ruffo di Scilla - noto anche come "castello Ruffo di Calabria"
    Costituisce il genius loci della cittadina di Scilla e sicuramente uno degli elementi più caratteristici e tipici del paesaggio dello Stretto e del circondario reggino. Ospita uno dei fari della Marina Militare. Risale all'inizio del V sec. a.C., durante la tirannide di Anassila, eretto per porre fine alle incursioni dei pirati tirreni che lì avevano una sicura base per le loro scorrerie. Divenne un importante avamposto di controllo sulle rotte marittime. Si erge sul promontorio che divide le due spiagge di Marina Grande e di Chianalea. L'edificio presenta una pianta irregolare con parti databili a diverse epoche ma che nel complesso conservano tutt'oggi la configurazione abbastanza omogenea di una fortezza dotata di cortine, torrioni e feritoie.  
 
  Le grotte di Tremusa
    Importanti grotte calcaree, circondate da una vegetazione selvaggia. La presenza all'interno delle pareti di macro e micro faune marine, parlano di condizioni climatiche e ambientali molto diverse dalle attuali ed è particolare ammirare i numerosi echinodermi, i crostacei, i molluschi, i coralli, i vermi e le alghe calcaree incastonate tra le pareti rocciose.  
 
  Museo nazionale della Magna Grecia
    Il Museo archeologico di Reggio Calabria è secondo, per importanza, soltanto a quello di Berlino per ciò che concerne la conservazione di reperti sulla Magna Graecia. Qui sono custodite ricche collezioni e numerosissimi reperti archeologici provenienti dalle antiche città-stato magnogreche, tra cui i celeberrimi Bronzi di Riace che rappresentano ormai il simbolo della Città.  
 
  Gambarie d'Aspromonte
    Gambarie si trova incastonata nel cuore dell'Aspromonte; racchiusa tra il Monte Scirocco e il Monte Basilicò. Sorge a circa 1400 metri sul livello del mare ed è parte integrante del Parco Nazionale dell'Aspromonte: qui la natura è sorprendentemente varia e spazia dalla macchia mediterranea al paesaggio tipicamente appenninico.